CitySense finalista al Premio sul Software Libero in memoria di Giulio Concas18/12/2014

Libera circolazione delle idee, importanza della community, diffusione della conoscenza: questi sono i principi cardine del mondo open source che saranno al centro della mattinata di sabato 20 dicembre, organizzata per l'assegnazione del primo "Premio per la migliore presentazione sul Tema del Software Libero".

Istituito dal Gruppo Utenti Linux Cagliari (GULCh), dall'associazione "Apriti Software!" e da Agile Group, con il patrocinio del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica (DIEE), il premio è dedicato alla memoria del docente Giulio Concas, stimato Professore del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica dell’Università degli Studi di Cagliari.
Giulio Concas è stato un instancabile sostenitore del mondo Linux e Open Source nella convinzione che ogni avanzamento di sviluppo dovesse diventare patrimonio della comunità. Concas, la cui attività accademica è stata incentrata sul Software Libero fu anche stato uno dei primi docenti ad unirsi al GULCh fin dalla fondazione del gruppo, nel 1996.
Durante la mattina verranno presentati i nove progetti finalisti del concorso: ogni partecipante esporrà al pubblico e alla commissione di valutazione, un'idea progettuale legata a Linux, all'Open Source o al Software Libero. Il vincitore riceverà un premio in denaro di 500,00 euro messo in palio dal Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica.
Tra i progetti in concorso anche CitySense, la mobile app sviluppata in TSC, pensata per coinvolgere attivamente gli abitanti nel monitoraggio delle condizioni ambientali della propria città. L'applicazione, grazie ai sensori di cui sono dotati gli smartphone, rileva dati su diversi tipi di inquinamento: acustico, da onde elettromagnetiche o luminoso. L’app misura, raccoglie i dati su cloud e li pubblica su una mappa web in tempo reale.
Citysense è un progetto sviluppato da Matteo Seu per TSC Consulting. Matteo Seu ha proposto l'idea alla base dell'applicazione, ha ideato il concept e scritto il codice; Giulio Concas, partecipe dell'evoluzione del progetto, ha indirizzato il lavoro di Matteo con preziosi consigli e osservazioni.
Citysense è stata sviluppata interamente su software libero: libero è il codice sorgente, scritto secondo le linee guida Android; open sono le regole secondo cui i dati vengono visualizzati sulle mappe; open source è Arduino, la scheda elettronica che gestisce i rilevatori.

Programma

8:30-9:00 Introduzione (Prof. M.Marchesi, direttore del DIEE; GULCh)
9:00-9:20 SARDU multiboot creator (Davide Costa)
9:20-9:40 Creare e condividere:"Android Pc Remote Control” (Isabel Piras; Gianluca Leone)
9:40-10:00 Come migliorare le prestazione dei software di sicurezza che si avvalgono dei meccanismi di blacklist (Luigi Meloni)
10:00-10:20 pausa
10:20-10:40 Computer Vision con Simple cv e Raspberry pi (Simone Demuro, Alessandro Adandedjan)
10:40-11:00 LibreItalia, una casa italiana per LibreOffice (Italo Vignoli)
11:00-11:20 Smart city e smart citizens nell'era del social e del wearable (Matteo Seu)
11:20-11:40 pausa
11:40-12:00 I vantaggi del software libero applicati al modello dei social network distribuiti e gestiti dalla comunità FOSS (Dario Puligheddu)
12:00-12:20 EdPH: stampa elettrolitica (Alfredo Consolo, Davide Deiana, Valerio Sanna Valle)
12:20-12:40 Zero-knowledge WEP Crack e vulnerabilità WPS (Roberto Metere)
12:40-13:00 riunione finale del comitato di valutazione per definire l'assegnazione del premio
13:00 Premiazione

Informazioni

Il convegno si terrà il 20 Dicembre 2014 a Cagliari presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica (DIEE) della Facoltà di Ingegneria, via Is Maglias, aula B0, Piano Terra.
Leggi la notizia sul sito web del Gulch: www.gulch.it
Leggi la notizia sul sito web dell'Università di Cagliari: www.unica.it