CONNECTED INDUSTRIES & SOCIETY 5.0 3/11/2017

Alkemy Lab da sempre attento all’impatto delle tecnologie emergenti della Digital Transformation sull’evoluzione della nostra società, ha partecipato il 5 Ottobre presso la suggestiva sede del Museo Santa Giulia di Brescia al convegno "Il contributo giapponese alla IV Rivoluzione Industriale" con un Panel di altissimo livello: Marco Vitale (Presidente di Vitale-Zane & Co.), Fabio Cappellozza (Presidente di Considi), Keiju Matsushima (Professore della Hosei University), Enrico Frigerio (Amministratore Delegato della Fonderia di Torbole), Piergiorgio Biraghi (Direzione Regionale Lombardia Intesa Sanpaolo) e Angelo Baronchelli (Vice Presidente AIB).

L’evento è stato incentrato sul tema dello sviluppo delle PMI e di come l’applicazione dei paradigmi dell’Industry 4.0 possano impattare positivamente sulla crescita del tessuto imprenditoriale italiano, che è composto per oltre il 95% da PMI, situazione molto simile al Giappone.

A tal proposito è stata di particolare interesse la Lectio Magistralis del Professor Matsushima che ha mostrato come in Giappone sia dal punto di vista normativo che operativo si stia portando avanti una vera e propria strategia per diffondere l’Industry 4.0 nelle PMI nipponiche. Questo piano è stato denominato “Connected Industries” ed intende connettere industrie produttive, aziende di servizi, enti pubblici e persone fisiche, attraverso tecnologie innovative come l'IoT e la Robotica, per creare nuovo valore per il mercato, nuovi prodotti e servizi, migliorando la produttività.

L'evoluzione delle PMI è stata identificata dal governo Giapponese come il fattore chiave per sostenere la crescita a medio e lungo termine necessaria per la nascita e l'assestamento di quella che viene definita la Society 5.0. Una società nella quale non sia più l’uomo al servizio della tecnologia, ma la tecnologia al servizio dell’uomo, per migliorare la qualità della vita delle persone facendo fare alle macchine attività a basso valore aggiunto, liberando così i lavoratori dalla routine per dedicarsi ad attività più produttive e decorose.

Questo approccio “Human Technology Oriented” tipico della Society 5.0, ed il piano Connected Industries dovrebbero essere fonte di ispirazione anche per il governo italiano per poter accompagnare le PMI italiane nel loro percorso di Digital Transformation, perchè la Society 5.0 dev’essere un obiettivo da raggiungere non solo per il Giappone, ma anche per l’Italia.