Data.Olympics: la social e visual intelligence Alkemy Lab per le Olimpiadi di Rio 2016 9/08/2016

Le analisi di Alkemy Lab sui Giochi Olimpici 2016, realizzate nell’ambito del progetto DEEP, in collaborazione con i partner di ricerca Catchy, DtoK Lab e Kode Solutions.

10500 atleti in gara, 207 Nazioni e 42 discipline. Questi alcuni dei numeri che rappresentano la XXXI edizione delle Olimpiadi moderne, raccontati da Gianni Riotta su La Stampa a partire dalle analisi ad opera di Alkemy Lab. L’articolo “Le Olimpiadi a Rio: il carnevale dello sport o paura e flop?”, pubblicato su La Stampa, rappresenta solo il punto di partenza di una lunga indagine che interesserà l’evento sportivo per tutta la sua durata.

Ricerche e modelli di data journalism che forniscono ai lettori informazioni utili per capire e apprezzare al meglio l’evento. Riferimenti storici sulle prime edizioni e sui record più importanti saranno accompagnati a riflessioni sull’attualità, dalla cerimonia d’inaugurazione alla conclusione dell’evento. I risultati delle indagini saranno mostrati attraverso chiare infografiche che renderanno gli esiti della ricerca immediatamente intuitivi. Non mancherà naturalmente un’analisi dei dati provenienti dai social network, al fine di tracciare una panoramica delle discussioni e dei temi più sentiti dalla rete.

Proprio questo aspetto è, infatti, uno dei temi centrali del primo articolo pubblicato su La Stampa.

I numeri, le medaglie e le conversazioni social sull’edizione dei Giochi Olimpici 2016

Nel mese che ha preceduto le Olimpiadi 2016, l’hashtag più utilizzato è stato #roadtorio. Gli utenti se ne sono infatti serviti per accompagnare gli atleti durante le fasi finali delle qualificazioni. Gli Stati Uniti sono risultati la Nazione in generale più seguita, attraverso gli hashtag #onenationoneteam, #teamusa e, per il basket, #usabmnt.

Il basket e il calcio sono gli sport che hanno catturato maggiori discussioni fra gli utenti su Twitter.

Molto attesa è la partita di basket che vedrà i padroni di casa brasiliani incontrare il Sud Africa. Per entrambi gli sport più popolari l’Italia risulta invece fuori dalle qualificazioni. Un aspetto che non frenerà però gli azzurri dal tentare di conquistare il maggior numero di medaglie possibili per ampliare il già ricco medagliere.

Il lungo viaggio della XXXI edizione delle Olimpiadi sarà quindi tenuto d’occhio da Alkemy Lab che, in collaborazione con La Stampa, accompagnerà atleti e fan con dati, narrazioni e infografiche. Un’indagine tutta incentrata sullo sport assolutamente da non perdere.