Giustizia 2.0: l’innovazione tecnologica e le buone pratiche15/04/2015

Il cambiamento del sistema giustizia e le innovazione telematiche introdotte nei processi lavorativi interni ai tribunali sono stati i temi del seminario “Giustizia 2.0” organizzato a conclusione della prima parte del progetto Astrea.

Obiettivo del progetto “Buone pratiche” Astrea è la riorganizzazione e ottimizzazione dei processi lavorativi all’interno degli Uffici Giudiziari. Finanziato e promosso dall’Assessorato al Lavoro della Regione Autonoma della Sardegna con il cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo (POR FSE 2007/20013), il progetto Astrea ha coinvolto otto sedi giudiziarie della Regione: Corte di Appello, Procura Generale e Tribunale di Sorveglianza di Cagliari, Tribunale, Corte d’ Appello, Procura presso il Tribunale e Procura presso Tribunale dei Minori di Sassari; Procura presso il Tribunale di Nuoro.

Il progetto Astrea, realizzato dall’R.T.I. composto da Ernst & Young Financial Business Advisors, Ernst & Young Business School e TSC Consulting, è stato sviluppato secondo sei linee di intervento:

  • Linea 1 - Analisi e riorganizzazione, con interventi formativi e consulenziali, degli uffici giudiziari al fine di migliorarne l’efficienza operativa e l’efficacia delle prestazioni rivolte agli utenti interni ed esterni;
  • Linea 2 - Analisi dell’utilizzo delle tecnologie, adozione e formazione all’utilizzo delle stesse per il miglioramento organizzativo;
  • Linea 3 - Costruzione della Carta dei servizi e relativa formazione;
  • Linea 4 - Accompagnamento alla certificazione di Qualità ISO 9001:2000 e relativa formazione;
  • Linea 5 - Costruzione del Bilancio Sociale e relativa formazione;
  • Linea 6 - Comunicazione con la cittadinanza e comunicazione istituzionale: realizzazione e gestione sito WEB, rapporti con i media e organizzazione convegno finale con pubblicazione dei risultati del progetto.

Il seminario, pensato in due momenti distinti per le sedi di Cagliari e Sassari, aveva l’obiettivo di presentare i risultati del progetto e stimolare una riflessione e un confronto tra gli esponenti degli uffici giudiziari coinvolti, delle istituzioni, del consiglio dell’ordine forense e dei diversi attori coinvolti nei processi di lavoro della giustizia.

Hanno aperto i lavori i saluti della Presidente della Corte d’appello di Cagliari, Grazia Corradini, e del presidente dell’ordine degli avvocati di Cagliari, Rita Dedola.
Patrizia Proietti, Segretaria Tecnica per i progetti d’innovazione del Ministero della Giustizia ha illustrato i cambiamenti in atto e le prospettive di innovazione nel sistema giustizia. Luca Galassi, dell’Assessorato regionale del Lavoro, ha presentato le opportunità legate al nuovo ciclo di programmazione dei fondi europei e spiegato gli interventi promossi dalla Regione negli uffici giudiziari della Sardegna.
Il direttore del progetto Astrea, Rocco Defina di Ernst & Young, ha presentato i risultati del progetto Astrea mettendo in evidenza come l'affiancamento di "buone prassi" alle attività d’innovazione possa portare, nei processi di lavoro, ad un miglioramento dell'efficienza.
Hanno presentato le proprie esperienze il Giudice del Tribunale Ordinario, Paolo Piana, e il Direttore della Cancelleria civile della Corte d’Appello, Luisella Lacu, illustrando benefici e ambiti di miglioramento del processo civile telematico.
A proposito del sistema di notificazione telematica penale (snt), hanno condiviso pratiche ed esperienze fatte negli uffici la direttrice amministrativa della Cancelleria delle Esecuzioni Penali, Alessia Fiocca, e la direttrice amministrativa della Cancelleria Penale, Lea Scano.

Informazioni

Seminario "Giustizia 2.0"
14 aprile 2015 - Ore 9:30
Aula Magna della Corte d'Appello di Cagliari
Piazza della Repubblica, 18 - Cagliari
Leggi il programma del seminario

Sito web del progetto Astrea: www.giustiziasardegna.it

Rassegna Stampa