Il #TourdeFrance2017 visto dai social nell’analisi di Alkemy Lab26/07/2017

La ricerca di Data Intelligence made in Alkemy Lab sulle conversazioni social attorno all’edizione 2017 del Tour de France, pubblicata sul portale Catchy e sul sito del quotidiano nazionale La Stampa

Il Tour de France 2017 si è chiuso con la vittoria del ciclista britannico Chris Froome. Il corridore sardo Fabio Aru, che era riuscito a soffiare la maglia gialla a Froome in più occasioni, conquista però il quinto posto in classifica generale. I due campioni sono stati al centro di numerosi tweet e post sui social network dedicati all’evento. Alkemy Lab ha realizzato a questo proposito una analisi di Data Intelligence, condotta nell’ambito del progetto DEEP in collaborazione con Catchy e il giornalista Gianni Riotta.

La prima parte dell’analisi, pubblicata sul portale di Catchy nell’articolo “Tour de France: dai dati social pre-evento alle vittorie storiche”, ha preso in esame il periodo di tempo precedente alla chiusura dell’evento.

Twitter è stato particolarmente utilizzato dagli utenti social appassionati di sport e ciclismo. Nei tweet postati tra il 5 e il 19 luglio, ad esempio, dopo #cycling dedicato allo sport protagonista dell’evento, è stato #aru l’hashtag più diffuso.

Le numerose discussioni sul ciclista sardo confermano la grande popolarità ottenuta durante il Tour grazie anche ai suoi buoni risultati, che per molti giorni lo hanno visto scontrarsi con il vincitore Chris Froome, il cui hashtag ricorre poco dopo. Molto menzionati nei tweet anche gli hashtag relativi a programmi e emittenti televisive che hanno dato particolare spazio alla competizione, come #sbstdf, #lesrp o #tourtve.

L’Italia resta comunque una delle nazioni ad aver collezionato più vittorie al Tour, posizionandosi quarta dopo Francia, Belgio e Spagna.

Dalla vittoria di Bottecchia nel 1924 a quella di Nibali nel 2014, sono state 10 le volte in cui un italiano ha conquistato la prestigiosa maglia gialla. 10 vittorie per 7 ciclisti diversi.

La seconda parte della ricerca, pubblicata dal quotidiano nazionale La Stampa nell’articolo di Gianni Riotta “Tour de France 2017: la corsa più importante sui social e tra gli sponsor”, si è concentrata invece sulle conversazioni intercorse nel giorno dell’ultima tappa e sulla comunicazione degli account ufficiali del Tour su Twitter e su Facebook.

Tra gli hashtag più diffusi, molti contenevano riferimenti agli sponsor dell’edizione 2017, che sono stati molto attivi sui social nel pubblicizzare i propri brand. Numerosi, inoltre, i riferimenti a Froome e a Rigoberto Uràn, rispettivamente primo e secondo classificato.

Anche i canali social ufficiali del Tour sono stati particolarmente attivi durante tutto l’arco della manifestazione, iniziata sabato 1 luglio e terminata domenica 23.

“tdf2017”, legato all’hashtag ufficiale della manifestazione, è stato il termine più utilizzato sia dalla pagina ufficiale Facebook che dall’account Twitter. Molti altri termini invece hanno fatto riferimento alle maglie simbolo dell’evento, come “maillot” e “jersey”, alle tappe, con “stage” e “étape”, o ancora al vincitore del Tour, con “froome” e “chrisfroome”.