Le BundesTagsWahl vissute e viste dai social29/09/2017

La data intelligence di Alkemy Lab alla base di un articolo sulle elezioni tedesche su La Stampa

Nel corso dell’ultimo anno il panorama della politica internazionale è stato animato da numerosi appuntamenti elettorali: dalle elezioni americane, a quelle inglesi, passando per le votazioni francesi. A proseguire questa serie, sono state le elezioni federali in Germania, che lo scorso 24 settembre hanno portato alle urne il popolo tedesco per rinnovare la composizione del bundestag, la camera elettiva del proprio parlamento.

Alkemy Lab ha scelto di condurre una ricerca di data intelligence relativa alle elezioni tedesche, che è diventata poi la base dell’articolo di Gianni Riotta pubblicato da La Stampa: Le elezioni federali tedesche sui social, Elettori, vincitori e vinti delle BundesTagsWahl visti da Twitter e Facebook. L’analisi data driven, realizzata in collaborazione con Catchy, esplora le conversazioni social sulle elezioni tedesche e presenta i temi più discussi su Twitter accanto agli argomenti preferiti dai candidati nella loro comunicazione sui social network.

Le conversazioni sulle elezioni avvenute su Twitter nella giornata del voto sono cresciute con il passare delle ore, per raggiungere un picco alle 18:00 con l’uscita dei primi exit poll.

Particolarmente discusso è stato il partito di ultra-destra Alternativa per la Germania (#afd), seguito - a debita distanza - dal Partito Socialdemocratico della Germania (#spd) di Shulz e dall’Unione Cristiano-Democratica della Germania (#cdu) della Merkel. L’AFD è stato oggetto di interesse anche alla luce dell’importante traguardo raggiunto con queste votazioni: il partito ha guadagnato per la prima volta l’accesso al parlamento.

Appare evidente che gli argomenti più presenti nella comunicazione dei candidati nella settimana del voto sono quelli delle elezioni. Oltre al generico #btw17 (uno degli hashtag delle elezioni), i candidati su Twitter hanno discusso molto di #schlussrunde, “l’ultimo giro”: si tratta del dibattito televisivo finale che ha visto il confronto tra alcuni degli esponenti delle forze politiche in lizza, ad esclusione però di Merkel e Schulz che hanno scelto di non partecipare. Emergono anche gli slogan: quegli degli #afd (#traudichdeustchland - “Abbi coraggio, Germania” - e #Hartaberfair -“Severo, ma giusto”) e del Partito Democratico Libero di Christian Lindner (#DenkenWirNeu - “Pensiamo nuovo”).

Il leader di questo partito è Christian Lindner ed il suo account Twitter è stato il più prolifico nella settimana del voto: i suoi tweet sono stati quantitativamente maggiori rispetto a tutti quelli degli altri candidati messi insieme.

I macro-temi affrontati dai candidati su Facebook nella giornata del voto sono relativi alle elezioni e ai suoi elementi chiave - “parlamento” e “seggio elettorale” -, ma anche ai partiti in lizza. Molti anche gli argomenti che sono tradizionalmente centrali nelle campagne elettorali: “Germania”, “paese”, “persone”, “donne”, “uomini”, che possono rievocare temi e problematiche sociali. Emerge anche il tema “Europa” - da leggere in relazione al ruolo che le diverse forze politiche vorrebbero dare al “paese” nel panorama dell’Unione Europea e internazionale. Tra gli altri temi emersi: “giustizia”, “futuro” e “lavoro” - quest’ultimo strettamente collegato a “salari”, “pensioni” e “formazione”.