Le Elezioni generali Uk analizzate da Alkemy Lab13/06/2017

La sfida per il nuovo Premier del Regno Unito è stata oggetto della ricerca di Data Intelligence pubblicata su La Stampa

Il Regno Unito ha scelto il suo nuovo Premier eleggendo la conservatrice Theresa May, non senza sorprese. Il risultato, infatti, ha visto un arretramento delle posizioni dei Tory, mentre i laburisti hanno guadagnato terreno. Alkemy Lab ha condotto una ricerca di Data Intelligence per analizzare l’evento, realizzata nell’ambito del progetto DEEP e in collaborazione con Catchy e con il giornalista Gianni Riotta, la cui parte post-voto è stata pubblicata su la Stampa nell’articolo “May vince ma il Labour avanza, anche sui social”.

Sin dalle settimane prima delle elezioni la popolarità dei laburisti era particolarmente alta sui social network. Nei post Twitter, ad esempio, #votelabour è stato l’hashtag più diffuso.

Non potevano mancare i tweet sulla #Brexit, argomento al centro di tutta la campagna elettorale e che ancora divide gli abitanti del Regno Unito dopo il clamoroso referendum del 23 giugno 2016. L’argomento elezioni è presente anche su canali come Instagram e Flickr. Sul primo sono ancora Corbyn e i Laburisti ad attrarre maggiore attenzione, mentre su Flickr è invece la conservatrice Theresa May ad essere la più presente nei post. Solo il termine “london”, presente nei post Flickr insieme a “General election”, richiama il recente attentato che ha colpito la capitale Uk.

Analizzando i tweet su Londra nei giorni successivi all’attacco è possibile notare come il nome della città fosse quasi esclusivamente legato all’evento.

#londonbridge è stato infatti l’hashtag più utilizzato, ma anche #manchester è presente, a rimarcare come i due episodi siano stati associati nei post. Molti sono stati anche gli hashtag “di solidarietà” come #staystrong, #londonstrong e l’immancabile #prayforlondon.

Dopo la sospensione a causa dell’attacco terroristico, i candidati hanno continuato la loro corsa verso le elezioni dell’8 giugno. E nonostante i sondaggi della vigilia dessero ancora Theresa May in vantaggio, pochi si aspettavano il risultato uscito dalle urne.

Anche le conversazioni intercorse su Twitter nel giorno del voto confermano ancora la popolarità dei laburisti.

Tra gli hashtag più diffusi ne compaiono infatti diversi collegati al partito guidato da Corbyn come #voteforlabour, #labour e lo slogan laburista #forthemany. Anche #Brexit è stato molto presente sia tra gli utenti dei social che nella comunicazione dei candidati.

La Brexit è stata il principale oggetto della campagna elettorale di Theresa May sui propri account ufficiali Twitter e Facebook, e non poteva essere altrimenti visto che l’uscita dall’Unione Europea è stata uno dei motivi che ha spinto May a indire le Snap Elections.

Una scelta che, come il risultato delle urne ha dimostrato, non è stata delle migliori visto che non ha ottenuto lo scopo di rafforzare la maggioranza parlamentare dei Tory, ma anzi la ha indebolita.