Su La Stampa l’indagine di Alkemy Lab sulle Elezioni Presidenziali in Francia24/04/2017

La ricerca di data intelligence di Alkemy Lab spiega come candidati ed elettori hanno portato le elezioni francesi sui social

Il 23 aprile è stato il giorno del voto in Francia. Alkemy Lab ha lavorato in vista di questo appuntamento cercando di comprendere come i protagonisti si stessero preparando in vista della scadenza elettorale: da una parte ha studiato la comunicazione social dei candidati, dall’altro ha analizzato le conversazioni degli elettori sui temi delle elezioni, senza tralasciare approfondimenti e focus sulla storia della Repubblica Francese e delle sue elezioni.

Primo risultato della ricerca è stato il focus dell’articolo de La Stampa: Sfida a 11 per le presidenziali francesi: l’analisi sui social. L’indagine di Alkemy Lab, realizzata nell’ambito del progetto DEEP in collaborazione con Catchy e Gianni Riotta, presenta un’analisi social su come candidati ed elettori abbiano portato nella platea social le elezioni presidenziali in Francia.

L’attività degli utenti dei social network sul tema emerge già da un primo dato: sono più di 300.000 i tweet con l’hashtag #presidentielle2017 raccolti nel mese precedente alle elezioni. L’andamento dell’attività nel tempo sottolinea poi come i momenti di maggiore attenzione e discussione siano le date dei dibattiti: il “Grand Débate” del 4 aprile ha portato ad un picco di conversazioni Twitter. I candidati più citati nei tweet sono Fillon, Macron, Le Pen e Mélenchon.


Le tematiche centrali nella comunicazione Facebook dei candidati sono i candidati stessi e i loro slogan. Emerge in particolare Marine Le Pen: nei post delle pagine ufficiali di tutti gli undici candidati alla presidenza, le parole più diffuse - dopo France - sono “Marine” e “Pen”.


Nell’indagine non è mancata una panoramica sull’evoluzione della forma di governo repubblicana in Francia: una lunga carrellata che mostra come eventi e persone abbiano cambiata dal 1792 ad oggi la storia della Francia.